×
Review of:

Reviewed by:
Rating:
5
On ">
Last modified:">

Summary:

Roncole Verdi (Parma), vincita record con cinquina al Lotto

Giornata indimenticabile per un fortunato giocatore del Lotto di Roncole Verdi (Parma).
Nel piccolo paese, che ha dato i natali al noto compositore Giuseppe Verdi, è stata giocata una schedina da 1,50€. Il giocatore ha puntato sulla “Ruota Tutte“, realizzando una Cinquina, cinque Quaterne e dieci Terni. Si tratta della vincita più alta nel corso del 2017 fino ad oggi. I numeri giocati sono stati 18, 25, 42, 71 e 90 e la vincita è stata realizzata presso la ricevitoria di Tiziana Gnappi – Strada Processione. I numeri giocati sono stati estratti sulla Ruota Nazionale nelle estrazioni del Lotto del 3 agosto 2017.

A Roncole Verdi la vincita più alta del 2017 (fino ad oggi) al Lotto. Grossa vincita anche a Corsico (MI)

Quella di Roncole Verdi è la vincita più alta realizzata al Lotto nel corso del 2017 fino ad oggi.
Relativamente alle stesse estrazioni del Lotto, si festeggia anche a Corsico (MI), dove è stata realizzata una vincita da 216.000 euro. La quaterna vincente è stata ottenuta con una giocata complessiva di 4 euro (€2 ambo, €1 terno, €1 quaterna). Il giocatore milanese ha scelto di puntare sulla “Ruota Nazionale” e ha centrato sei ambi, quattro terni e una quaterna con l’opzione di gioco ‘LOTTOPIU‘. Anche la vincita di Corsico rappresenta un bel premio, entrando nella classifica “TOP FIVE” del 2017.

La vincita record di Roncole si colloca un gradino sopra quella realizzata il 29 aprile a Pantigliate (MI): allora furono vinti 245 mila euro.

(Fonti e Approfondimenti: Facebook – Pagina ufficiale statistiche-lotto.it)

Summary
Article Name
A Roncole Verdi (PR) vincita record al Lotto nel 2017
Description
La vincita più alta al Lotto nel corso del 2017 fino ad oggi è stata realizzata a Roncole Verdi (PR). Grazie a una Cinquina su tutte le ruote sono stati vinti oltre 300mila euro.
Author
"/>"/>

Comments

comments

This entry was posted on at and is filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

 
 

Switch to our mobile site