Disattiva Ad Block!

La pubblicità presente su questo sito ci permette di offrirti i suoi contenuti GRATUITAMENTE.



PER FAVORE disabilita AdBlock per questo sito,
GRAZIE! :)


OK
Review of:

Reviewed by:
Rating:
5
On 8 Marzo 2020
Last modified:12 Marzo 2020

Summary:

Bookmakers, probabile rinvio delle Olimpiadi di Tokyo 2020 per Coronavirus.

I bookmaker vedono molto probabile un rinvio delle Olimpiadi di Tokyo, dovuto al Coronavirus. E’ noto che i bookmaker, soprattutto quelli inglesi, danno la possibilità di scommettere su una grande varietà di eventi, anche quelli tragici. Non poteva fare eccezione il virus che sta spaventando il mondo (come il “terno del Coronavirus” scaramantico della Smorfia Napoletana).
Da alcuni giorni i bookmaker internazionali danno la possibilità di scommettere sull’annullamento o rinvio delle Olimpiadi di Tokyo 2020. I giochi si dovrebbero svolgere tra luglio e agosto, ma ora come non mai c’è incertezza anche su questo. Le quote hanno registrato una picchiata nelle ultime ore, anche se Yoshiro Mori, ceo di Tokyo 2020, si è affrettato a precisare che “per quanto riguarda il Coronavirus circolano voci irresponsabili“. Ma al momento i bookmaker offrono quota 5,50 sulla possibilità che i prossimi Giochi Olimpici possano essere annullati o posticipati.

Rinvio delle Olimpiadi di Tokyo 2020, le quote nazione per nazione

Al primo posto delle nazioni che potrebbero rinunciare a partecipare a Tokyo 2020 c’è la Corea del Sud (quota 1,80). Poi ci sono Taiwan (2,10) e Filippine (2,10). Seguono India, Australia e Vietnam, tutti a quota 2,30. la prima nazione europea che potrebbe dire addio alle Olimpiadi è la Germania, anch’essa con quota 2,30. L’Italia, per il momento, è quotata 3,50.
Curioso il fatto che la Cina, dove è nato il virus, si trovi solo al 15esimo posto, con una quota di 3,80.

(Fonti e approfondimenti: Facebook – Pagina ufficiale statistiche-lotto.it)

Comments

comments

This entry was posted on domenica, Marzo 8th, 2020 at 10:22 and is filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.