Ad Block!

La pubblicità presente su questo sito ci permette di offrirti i suoi contenuti GRATUITAMENTE.


PER FAVORE disabilita AdBlock per questo sito, GRAZIE! :)

Ok
Review of:

Reviewed by:
Rating:
5
On 24 Luglio 2019
Last modified:24 Luglio 2019

Summary:

Schedine vincenti al Lotto usate per riciclaggio.

A Gela (Siracusa) c’è una famiglia i cui componenti sembravano essere particolarmente fortunati al gioco, e soprattutto al gioco del Lotto e Gratta e Vinci. Si tratta della famiglia Luca, attiva nel mercato della compravendita di auto.
In realtà, però, sembra che tutte quelle schedine vincenti trovate in loro possesso venivano acquistate per riciclare denaro sporco. L’indagine è partita nel giugno del 2014 grazie ad alcuni collaboratori di giustizia. Inquirenti e investigatori hanno fatto luce su loschi legami tra imprenditori gelesi ed esponenti mafiosi del clan Rinzivillo.
Sequestrati beni e denaro per 63 milioni di euro.

Schedine vincenti al Lotto per giustificare grosse somme di denaro

Il Lotto e i Gratta e Vinci probabilmente venivano usati dalla famiglia Luca per riciclaggio.
Dalle indagini emergere che gli imprenditori compravano (ad un sovrapprezzo) le schedine vincenti del Lotto. Il tutto grazie alla complicità di un titolare di ricevitoria, oggi indagato. Le schedine vincenti di Lotto e Gratta e Vinci servivano per giustificare somme di denaro altrimenti sospette, soprattutto se possedute in contanti.
I soldi venivano riciclati anche attraverso funzionari compiacenti di Banca Nuova.

(Fonti e approfondimenti: Facebook – Pagina ufficiale statistiche-lotto.it)

Comments

comments

This entry was posted on mercoledì, Luglio 24th, 2019 at 07:54 and is filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

 
 

Switch to our mobile site