Disattiva Ad Block!

La pubblicità presente su questo sito ci permette di offrirti i suoi contenuti GRATUITAMENTE.



PER FAVORE disabilita AdBlock per questo sito,
GRAZIE! :)


OK
Review of:

Reviewed by:
Rating:
5
On 1 Giugno 2015
Last modified:2 Giugno 2015

Summary:

Giacomo Puccini consiglia un terno al Lotto

C’è anche un terno da giocare al Lotto, tra le righe di una lettera inedita contenuta nel primo volume dell’Epistolario di Giacomo Puccini.

La lettera, una delle 776 che fanno parte del primo volume che verrà presentato ufficialmente venerdì 5 giugno alle 17,30 a Lucca, è datata 24 febbraio 1882 ed è indirizzata alla madre Albina. Giacomo Puccini racconta tra l’altro di aver assistito a “Hérodiade” di Massenet, alla Scala, e di essersi entusiasmato soprattutto per la parte strumentale.
Poi, prima dei saluti, il musicista della celeberrima “Tosca” e dell’incompiuta “Turandot” suggerisce alla madre un terno da giocare al Lotto, per la cronaca e curiosità: 18-30-13. Chissà se questi numeri furono fortunati per le estrazioni del Lotto di allora, certo è che il Simulatore Lotto con i numeri 18-30-13 indica che dal 1939 ad oggi questo terno è stato estratto due volte, nel 2009 sulla Ruota di Milano e nel 2011 sulla Ruota di Firenze.

L’epistolario di Giacomo Puccini

L’epistolario di Giacomo Puccini sarà composto da nove volumi e raccoglierà in totale circa 8.000 lettere, quelle finora recuperate, scritte dal musicista. Il numero totale delle lettere potrebbe anche salire e tra esse ci sono alcune inedite.

L’idea di una Edizione nazionale delle lettere di Giacomo Puccini si sviluppa già negli anni ’80, ma solo nel 2006 – ricorda la presidente del Centro studi Puccini, fondato nel 1996, Ravenni – viene presentata domanda al Ministero e viene elargito un finanziamento. Nel 2012 viene presentato in rete il catalogo delle lettere rinvenute.
L’epistolario è stato curato soprattutto dai musicologi Gabriella Biagi Ravenni e Dieter Schickling, membri della commissione scientifica del Centro studi Puccini.

Il primo volume dell’epistolario, edito da Olsckhi di Firenze, conterrà 776 lettere e si apre e si chiude con due inedite scritte rispettivamente del 1877 e del 1896, ma oltre un quinto del volume è costituito da lettere mai pubblicate provenienti da ogni parte del mondo. La presentazione ufficiale avverrà venerdì 5 giugno alle 17,30 a Lucca presso il complesso di San Francesco, tra gli sponsor della manifestazione anche la Fondazione Cassa Risparmio di Lucca.

(Fonti e Approfondimenti: Facebook – Pagina ufficiale di statistiche-lotto.it)

Comments

comments

This entry was posted on lunedì, 1 Giugno, 2015 at 17:56 and is filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.