San Gennaro: il 16 dicembre 2020 il Sangue non si è sciolto: corsa a giocare i numeri della Smorfia al Lotto.

Il 16 dicembre 2020 non si è ripetuto il “Miracolo di San Gennaro“: il sangue non si è sciolto…
Secondo la tradizione popolare, la mancata liquefazione del sangue di San Gennaro preannuncerebbe un periodo negativo. In molti hanno associato l’evento alla pandemia da Covid19.
Dopo il mancato miracolo, gli amanti della numerologia e del Lotto sono alla ricerca di numeri da giocare. La combinazione più gettonata è il terno (16-17-18), ovviamente sulla Ruota di Napoli. E questo è il significato associato a ciascuno dei tre numeri:
– 16 (giorno in cui si sarebbe dovuto sciogliere il sangue),
– 17 (la disgrazia),
– 18 (il sangue).

16 dicembre 2020, San Gennaro: perché il Sangue non si è sciolto ma avrebbe dovuto sciogliersi

Il prodigio del sangue sciolto, attribuito a San Gennaro, dovrebbe avvenire tre volte l’anno: la prima domenica di maggio, il 19 settembre (giorno in cui si celebra San Gennaro, Patrono di Napoli) e appunto il 16 dicembre.
Il 16 dicembre 1631 San Gennaro salvò Napoli da una violenta eruzione del Vesuvio. I napoletani si affidarono al santo, portando la reliquia del suo sangue in processione per le strade della città. La lava si fermò miracolosamente ai confini della città e Napoli fu salva.

(Fonti e approfondimenti: Facebook – Pagina ufficiale statistiche-lotto.it)

This entry was posted on giovedì, Dicembre 17th, 2020 at 12:00 and is filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.