“CANDELORA”, i numeri della Smorfia per il Gioco del Lotto

Condividi questa notizia:
Review of:

Reviewed by:
Rating:
5
On 2 Febbraio 2019
Last modified:2 Febbraio 2019

Summary:

Candelora (2 febbraio), i numeri della smorfia per il Gioco del Lotto

Il 2 febbraio la Chiesa cattolica celebra la festa della CANDELORA, nota anche come la presentazione al Tempio di Gesù. “Candelora” è il nome popolare della festa, perché in questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo “luce per illuminare le genti“.
Si parla anche di Festa della Purificazione di Maria, perché, secondo la tradizione ebraica, una donna era considerata impura per un periodo di 40 giorni dopo il parto di un maschio. Andare al Tempio era considerato un atto necessario per purificarsi: il 2 febbraio cade appunto 40 giorni dopo il 25 dicembre, giorno in cui, secondo la tradizione cristiana, è nato Gesù.
Ed ecco, per gli appassionati di Smorfia e gioco del Lotto, i numeri che simboleggiano la “Candelora”:
– 2, perché la Candelora si celebra il 2 febbraio;
– 13 (“la candela”);
– 84 (“Chiesa”).
Il terno (2-13-84) della candelora potrebbe essere giocato sulla Ruota Nazionale o sulla Ruota di Roma, perché Roma è il cento mondiale della Cristianità.

Candelora

Candelora” è il nome italiano della festa della Presentazione al Tempio di Gesù (Lc 2,22-39). Nella Chiesa Cattolica questa festa viene celebrata il 2 febbraio. Durante la celebrazione liturgica si procede alla benedizione delle candele. La candela è il simbolo di Cristo, “luce per illuminare le genti” (come il vecchio Simeone chiamò Gesù al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme.
Tuttora nella forma straordinaria del rito romano, la festa è chiamata anche Purificazione della Beata Vergine Maria.
Anche la Chiesa ortodossa e diverse chiese protestanti osservano questa festività.

(Fonti e approfondimenti: Facebook – Pagina ufficiale statistiche-lotto.it)

Comments

comments

This entry was posted on sabato, Febbraio 2nd, 2019 at 10:08 and is filed under Link Utili. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.