Disattiva Ad Block!

La pubblicità presente su questo sito ci permette di offrirti i suoi contenuti GRATUITAMENTE.



PER FAVORE disabilita AdBlock per questo sito,
GRAZIE! :)


OK
Review of:

Reviewed by:
Rating:
5
On 11 Settembre 2020
Last modified:11 Settembre 2020

Summary:

Elaine Thompson, vincitore alla lotteria 25 anni fa: non ha mai lasciato il suo lavoro.

Cosa può convincere una donna (o un uomo) a lasciare il lavoro a cui è molto dedito? Una vincita alla Lotteria? Forse…, dipende dall’entità della vincita, ma non sempre…
La storia di Elaine Thompson ha dell’incredibile. Nel dicembre del 1995 la donna vinse ben 2,7 milioni di sterline. Una vincita che cambia la vita, che sicuramente le avrebbe consentito di lasciare il lavoro e non avere problemi economici per il resto della sua vita. Eppure, dopo 25 anni, la signora Thompson è ancora lì, al suo posto di lavoro: non ha smesso di lavorare, come purtroppo successo forzatamente a milioni di lavoratori in tutto il mondo, neppure durante il lockdown per il Coronavirus.
La storia di Elaine Thompson è molto simile a quella di Steve Thomson. Il muratore inglese è balzato agli onori della cronaca per aver vinto ben 123 milioni di euro a EuroMillions, ma che nonostante tutto ha deciso di continuare a lavorare…

Il lavoro di Elaine Thompson e la sua determinazione: “un esempio da seguire per i miei figli

Elaine Thompson, oggi 64enne, lavora da una vita in un supermercato, sempre lo stesso. Il suo lavoro consiste nel mettere ordine tra gli scaffali.
Un lavoro svolto con molta dedizione da una donna di ferro. Durante il lockdown per Coronavirus avrebbe avuto diritto ad un concedo lavorativo, perché soggetto a rischio, in quanto asmatica. L’azienda le è venuta incontro assegnandole i turni di notte, per non farla venire molto in contatto con altre persone e lavoratori. Elaine, intervistata dai media locali, ha raccontato di uscire di casa all’1:15 di notte, per finire di lavorare alle 8:30. Poi ha parlato dei suoi figli: “Avevo due figli piccoli al momento in cui ho preso la decisione (di continuare a lavorare nel 1995, ndr.). È importante che i bambini ti vedano lavorare sodo e che non otteniamo nulla dalla vita a meno che non si lavori duramente”.

(Fonti e approfondimenti: Facebook – Pagina ufficiale statistiche-lotto.it)

Comments

comments

This entry was posted on venerdì, Settembre 11th, 2020 at 13:47 and is filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.